Home Content Marketing Usabilità: progetta siti web facili da usare

Usabilità: progetta siti web facili da usare

di Marco Quadretti
134 letture

Se hai un sito web, nessun utente lo utilizzerà mai come vorrai tu o leggerà tutto ciò che hai scritto per lui. È essenziale però progettare e sviluppare siti web che siano facili da usare.

Il mondo è in continua evoluzione.

Nel 2000 Navigavamo sul web utilizzando pc con schermi di grandi dimensioni, un mouse e una tastiera. Oggi invece utilizziamo piccoli schermi portatili che entrano nelle nostre tasche.

Ormai utilizziamo gli smartphone per prenotare un ristorante, cambiare l’orario del treno, fare acquisti, fotografare, effettuare bonifici, ascoltare la musica e così via. Certo non viaggiamo nel tempo ma questa è roba da far rizzare i capelli anche ad Emmett Brown.

Grande Giove!

Non abbiamo bisogno di leggere le pagine di un sito web. Ci basta “scrollarle” per capirne il contenuto, perciò sviluppiamo siti web facili da scrollare.

Se hai fatto dei test di usabilità per il tuo sito o hai usato dei software per analizzare il comportamento dei tuoi visitatori avrai sicuramente notato che le persone preferiscono scrollare le pagine piuttosto che leggerne i contenuti. La maggior parte delle volte i visitatori infatti danno un’occhiata veloce soffermandosi soltanto sulla parte di testo che cattura la loro attenzione e se non hanno trovato qualcosa di interessante in meno di 10 secondi (e sono stato generoso), allora vanno via. Solo in un secondo momento inizieranno a valutare la tua offerta o leggeranno cosa hai da dire.

Questo accade perché di solito, quando navighiamo sul web, abbiamo un obiettivo specifico: dobbiamo acquistare un prodotto, siamo alla ricerca di un’informazione o dobbiamo a fare azioni di routine come scaricare la posta elettronica.

Qualsiasi sia il nostro obiettivo, non abbiamo tempo e vogliamo farlo in fretta. Per farlo siamo anche disposti a non leggere tutte le informazioni necessarie e a cliccare su pulsanti andando a tentativi, se questo non comporta nessun pericolo.

La verità, è che cerchiamo di cavarcela, siamo molto bravi in questo anche perché la maggior parte delle volte ci riusciamo.

Come fare quindi per progettare un sito web facile da usare e che funzioni?

Partendo dal fatto che i nostri utenti non hanno tempo, dobbiamo progettare il nostro sito web assicurandoci che vedano e soprattutto capiscano in breve ciò che vogliamo che vedano.

1. Rassicura l’utente utilizzando una headline efficace, digli che si trova nel posto giusto

A meno che l’utente non conosce già te o la tua azienda difficilmente atterrerà sulla tua homepage semplicemente digitando l’url del sito web. La maggior parte degli utenti arriverà dai social network o da un motore di ricerca dopo aver cliccato su un banner che ha catturato la loro attenzione. L’headline è la prima cosa e forse l’ultima che un tuo potenziale cliente leggerà, prima di abbandonare il sito perché pensa di trovarsi nel posto sbagliato, pertanto cerca di catturare la sua attenzione.

Immagina: al momento del clic il visitatore si vedrà catapultato su una pagina del tuo sito web vedendosi cambiare tutto l’ambiente a lui familiare. Rassicuralo quindi di trovarsi nel posto giusto. Le prime parole che l’utente deve poter leggere devono essere coerenti con la promessa del messaggio che lo ha spinto a cliccare sul tuo link.

Sfrutta le convenzioni del web

Il segnale di “STOP” nel mondo

Immagina i cartelli stradali, i semafori, la disposizione dei pedali in un auto, in qualsiasi parte del mondo sono tutti uguali. Se noleggi un auto ad Hong Kong puoi tranquillamente guidare senza dover superare un nuovo esame di guida.

Quindi:

Tutte le cose devono trovarsi al loro posto

Le convenzioni non sono venute fuori dal nulla ma sono frutto di anni di studi e di test di usabilità. Anche Amazon le utilizza. Il tool della ricerca, il carrello, il menù, le offerte, tutte si trovano al loro posto, ovvero al posto giusto. Basta analizzare i siti web che i nostri potenziali clienti visitano di più in assoluto e troverai molti punti in comune.

Non reinventare la ruota

La simbologia è importante e ci sono degli standard. Ci sono icone subito riconoscibili quando accedi su una pagina web, come ad esempio quella del carrello della spesa. Identifica subito che è un sito dove è possibile fare degli acquisti. Se gli eCommerce usano il simbolo del carrello della spesa, utilizzalo anche tu. Se quando ci clicchi sopra il sito ti mostra un riepilogo degli oggetti che sono nel carrello, fallo anche tu.

Dividi le pagine in aree ben definite

Quando un utente atterra su una pagina deve riuscire a riconoscere immediatamente le diverse aree e dire: “Ok questa è la parte relativa alle offerte” oppure “Qui posso navigare tra i prodotti” e ancora “Ecco il modulo per richiedere la consulenza”.

Dividere la pagina in blocchi ben definiti permette agli utenti di soffermarsi esclusivamente sulle aree in cui per loro vale veramente la pena concentrarsi.

Utilizza le gerarchie visive e formatta il testo

Immagina come viene posizionato il testo su un quotidiano. Gli elementi più grandi sono quelli che catturano di più l’attenzione. Per mettere in risalto alcuni contenuti è essenziale quindi definire una gerarchie e ordinare i contenuti collegando visivamente tutti gli elementi collegati logicamente.

Inoltre utilizza molti titoli, evidenzia le parole chiave, utilizza i punti elenco e soprattutto mantieni brevi i paragrafi. Tutto questo ti aiuterà a creare pagine web facili da scorrere.

Se c’è qualcosa da poter eliminare, eliminalo

Quando analizzo un sito web mi accorgo che in molti casi ci sono fotografie o testi solo per “occupare spazio”.

Fai un esperimento: Dopo aver scritto una mail, il testo di una landing page o una presentazione, prova ad eliminare il primo paragrafo. Vedrai che il tuo discorso suonerà più liscio e andrai dritto al punto. Sono sicuro inoltre che puoi eliminare la metà delle parole che hai usato perché non necessarie, senza che il tuo messaggio perda di valore.

Inoltre liberandoti di tutte quelle parole inutili renderai visibili i contenuti più utili, oltre che a creare testi più facili da leggere.

Spero che questi consigli ti possano essere utili. Ricorda in ogni caso di utilizzare l’ultima regola cioè quella del buon senso! Ciao!

Lascia un commento

You may also like